Lettera di una mamma a Babbo Natale


 

Caro Babbo Natale,
So che ti aspettavi l’ennesima lettera di una bimba di 5 anni, ma a scriverti a sto giro e’ una mamma quasi trentenne che si è detta… se oramai i bimbi a 5 anni vanno da soli a comprarsi il regalo di Natale perchè non credono nella tua esistenza, io che ci credo ancora?! Potró pure scriverti,no?!
Magari ti trovi davvero da queste parti e decidi di fare una capatina da me, io qualcosa da chiederti ce l’avrei… si, la pace nel mondo, la salute per tutti i miei cari sono ormai cose scontate. Ovvie. Se proprio si devono ammalare, fai in modo che sia per un bel virus intestinale con febbre, che ci stronchi tutti insieme così, in una volta sola, ci leviamo il pensiero e passiamo oltre, che di tragedie ne abbiamo già avute abbastanza, per il momento può pure bastare,grazie. Inutile chiederti di abbracciare persone che non ci sono più, anche questo sarebbe scontato purtroppo. Ovvio se ne fossi capace, organizza pure un incontro, ho l’agenda libera…
Ma io parlo di cose materiali, perchè ok non crescere figli viziati, dare il buon esempio, non essere troppo attaccati alle cose, ma se almeno una volta all’anno (senza considerare il compleanno) i miei figli possono aprire 3800 pacchi, giochi con cui potremmo aprire noi in casa nostra un punto vendita Toys, che sarà mai una nuova borsa Michael Kors o una cosuccia da Sephora?!
Credo di essere stata buona quest’anno, ne ho sopportate parecchie, nn solo capricci da parte di chi è sotto i 3 anni, ho cercato di fare del mio meglio, ma se passi di qui lasciami un quintale almeno di pazienza, perchè a volte quella (poca) che ho si esaurisce e a dirla tutta.. mi esaurisco io!!!
Lasciami la forza di non eliminare fisicamente mia figlia (e anche quella che nascerà col nuovo anno) quando fa i capricci buttandosi sul pavimento e dando le capocciate a terra perchè ho osato dirle no per qualcosa, quando non dorme per nottate intere e vuole stare appiccicata solo a me con pancione annesso, oppure perchè ho pensato di metterle il giubbotto alle 8 di mattina, visto che dobbiamo uscire di casa per andare al nido in pieno inverno e già ci siamo beccate più volte malanni di stagione. Giá che ci siamo, fai in modo che non elimini nemmeno mio marito, che per carità, contribuisce con il suo aiuto in casa ma se ci si mette contribuisce pure a far girare le p***e quando vuole.
Lasciami un buono Groupon per 100 ore di tata a 9 euro e 90 centesimi.
Senza necessità di prenotazione. Al bisogno. Una tata brava ma possibilmente brutta, coi baffi e grassa. Così da non indurre in tentazione il marito sopracitato.
Lasciami la forza di non mandare a quel paese le altre mamme saccenti o anche le perfette sconosciute che elargiscono opinioni,consigli, punti di vista e commenti non richiesti al supermercato, nido, per strada in caso di capricci di cui parlavo prima. Aiutami a dare il buon esempio alle mie bimbe e non farmi urlare parolacce per strada.
Lasciami la capacità di stare accanto alle mie figlie senza soffocarle, di crescerle forti, ma non insensibili, di aprirgli la mente, il più possibile… di insegnargli che la violenza non risolve le cose, mai.. ma che non sempre si deve porgere l’altra guancia. Di far capire loro, tra qualche anno, che se un fidanzatino ti lascia per un’amica non è la fine del mondo.. che sopravvivranno tutti e che nessuno deve essere eliminato dalla faccia della terra. Aiutami a fargli capire che qualunque dolore capiti nella vita, loro saranno più forti. Sempre. Insieme.
Che il sorriso (che a volte a noi adulti manca) è sempre un buon punto di partenza, anche e soprattutto quando non sai da che parte cominciare.
Poi, se proprio pensi che sto chiedendo troppo, allora lasciami giusto una ricetta con gli ingredienti per essere una brava mamma e farle diventare brave persone e stiamo a posto cosi.
Ah dimenticavo, la borsa di Michael Kors è il modello Selma, colorata così la trovi scontata e risparmi pure. Magari ci puoi abbinare il portafogli se ti avanza qualche euro. Da Sephora va bene tutto: un profumo Chloè o Yls e una palette Urban Dekay. Se proprio vuoi regalare un profumo mi “accontento” pure di Acqua di Sale, ma lo trovi a via Condotti a Roma quindi organizzati e nn svenire quando sei alla cassa, ricorda che è per una buona causa. Sei proprio vuoi essere gentile, un assegno lo accetto volentieri, perchè si i soldi non fanno la felicità ma fidati, di sti tempi aiutano e manco poco. Vorrei anche un cucciolo di chihuahua, magari giá istruito a non fare i bisogni in giro per casa, che ora non sarebbe proprio il caso mettermi a levare pure la sua di cacca.
Ovvio,un pensierino da Tiffany è sempre ben accetto. Li puoi scegliere tu liberamente, tanto mi piace tutto.
Credo sia tutto.
Caro Babbo Natale, mi rendo conto che i miei desideri quest’anno sono tanti e forse irrealizzabili, ma ci provo lo stesso perché in fondo in te ci credo ancora e quest’anno non vedo l’ora di vedere la mattina di Natale lo sguardo di mia figlia di fronte a tutti i suoi regali.
Con affetto
Una mamma

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *