La forza delle mamme


L’altro giorno leggevo un articolo sul web che diceva:” il nostro Paese è famoso per.. la pizza. NO!! Perché non è un Paese per mamme”. Mai frase fu più giusta per descrivere la realtà di molte, moltissime di noi che si trovano a fare i salti mortali per gestire casa, famiglia e lavoro. Ma come si fa a portare avanti un impiego quando si è da sole a gestire tutto? Quando, rientrate dalla maternità sembra vogliano farci pagare i mesi in cui siamo rimaste a casa? A volte si ha come l’impressione che colleghi e datori di lavoro pretendano da noi che, una volta partorito, si rientri a lavoro lasciando a casa il fagottino di 3 massimo 4 mesi e ci si dimentichi completamente di lui, parcheggiandolo in nidi, baby parking, ludoteche, nonni, baby sitter e quant’altro. Tutto pur di non interferire con il lavoro, in fondo, siamo state a casa tutti questi mesi “in vacanza”, ci sarà bastato no?!

E allora, molto spesso la soluzione è dare le dimissioni entro l’anno del piccolo, così da poter ricevere anche la disoccupazione e rimanere a casa a crescere il proprio cucciolo, quando nella migliore delle ipotesi c’è un altro stipendio che ci consente quantomeno di non chiedere l’elemosina ai semafori. Ma la disoccupazione non è per sempre, finisce. E così molte di loro si reinventano. Eccole allora a creare calamite in fimo, a ricamare piccoli tesori da vendere ai mercatini di quartiere, a preparare sacche personalizzate per l’asilo, a creare gioielli in plexiglass o in silicone. Alcune creano pagine Facebook e, lavorando da casa, contribuiscono all’economia della famiglia, pur non privando i bimbi di una mamma sempre presente. E si, per chi se lo sta chiedendo, diventa un lavoro vero e proprio: non solo devono realizzare l’oggetto in questione, ma devono confezionarlo, creare etichette, foto carine in modo da pubblicizzarli e trovare altri clienti, il più delle volte li consegnano personalmente.

Hanno tutte più o meno la stessa storia di Cecilia, che al rientro dalla maternità della sua prima bimba, si è vista costretta a rinunciare al lavoro per il quale aveva studiato una vita e aveva dato anima e corpo per anni, ma che la vedeva costretta a fare orari improponibili per una donna diventata mamma da pochi mesi. Così nasce “Mama and me”, un delizioso angoletto dai mille colori dove si può trovare  davvero di tutto: portachiavi personalizzati, primi sonagli e giochini da dentizione per bebè, collane da allattamento, primissimi gioiellini per le piccole bimbe abbinati a quelli delle mamme, catenelle porta ciuccio e tanto altro ancora.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cecilia pensa proprio a tutto: realizza a mano ogni singolo tesoro, utilizzando prodotti certificati in silicone e legno naturale, pensati proprio per essere indossati e utilizzati da noi mamme e masticati dai bimbi più piccoli,. Testa tutto personalmente perché si sa, noi mamme siamo ansiose non appena i nostri bimbi mettono in bocca qualcosa che possa rompersi e farli soffocare., ogni collana per esempio è dotata di chiusura antisoffoco.  Pensa a combinare i vari colori insieme, facendo varie prove e facendo scegliere proprio a noi la combinazione che più ci piace.

 

 

Ci regala una vera e propria coccola per noi pensando poi anche alla confezione, interamente realizzata a mano, con tanto di bigliettino che racconta di lei e di “Mama and me”, che quasi dispiace aprirlo e metterlo via, ma che aprendolo ci fa per qualche momento vivere una magia, se poi guardiamo la faccia dei nostri bimbi quando lo scartano… e di fronte alle loro manine intorno ai preziosi giochini, riviviamo ogni volta le stesse emozioni!

 

 

 

Se poi riuscite a fare due chiacchiere con lei vi renderete conto che non solo è capace di creare con le mani veri e propri tesori preziosi, ma sprigiona un entusiasmo e un ottimismo che non è da tutti e ascoltare la sua storia è davvero una fonte di ispirazione.. fa davvero venire voglia di provare a creare qualcosa, fa venire voglia di provare a reinventarsi, di cambiare vita.. e chissà che a breve anche UmpaGio non inizi a realizzare qualcosa homemade! 😉

Perché proprio come dice lei, “Mama and me” è passione, libertà e coraggio!!!! Tutte doti che, forse, non mancano nemmeno a noi!!

A presto

G.

PS: se siete alla ricerca di prodotti interamente homemade, di servizi di vario genere offerti da mamme che si sono rimboccate le maniche, fate un salto sulla pagina FB Mamme al lavoro, vi si aprirà un mondo!!!

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *