La forza delle mamme


Prima di avere figli ho sempre creduto di essere una persona forte, testarda, che di fronte alle difficoltà riusciva comunque ad ottenere ciò che si era prefissata. Una che non molla, che non si arrende. Poi sono diventata mamma. E ho capito che in realtà, fino ad allora non ci avevo capito niente, visto che per me prima le difficoltà erano un esame da preparare all’università oppure un sms che aspettavo con ansia, ma che continuava a  non arrivare.

Adesso ho capito che la  forza delle mamme è qualcosa di inspiegabile.

Perché una mamma ha la forza di affrontare ogni nuova giornata, anche se da mesi non dorme per più di tre ore a notte, e nemmeno di fila. E se prima aveva bisogno di dormire per otto ore a notte, ora sono più che sufficienti cinque minuti con gli occhi chiusi sulla poltrona per riprendere le passeggiate notturne in corridoio a cullare il suo bambino.

Una mamma trova sempre la forza per sistemare casa per poter ricevere ospiti che vogliono vedere il nuovo arrivato, agli orari più improponibili ed ingiusti, sempre col sorriso sulle labbra anche quando si vorrebbe fare tutt’altro. Sorride davanti a tutti, anche se vorrebbe solo mandarli via a calci nel sedere e riposarsi un po’.

Una mamma ha sempre la forza di andare a lavoro la mattina, dopo una nottata in bianco, di pensare alla casa, alla spesa, agli altri figli e ai loro impegni, scuola, piscina per esempio.. nonostante la stanchezza trova sempre la forza per preparare la cena, per fare il bagnetto ai suoi piccoli, mettere a posto i giochi, metterli a nanna, controllare che non siano sudati o che il latte dal biberon non sia caduto bagnando letto o pigiama.. non si sa come, ma trova ancora la forza di stendere lavatrici, stirare, piegare vestiti fino a mezzanotte, per poi farsi una doccia “rilassante” di due minuti e crollare stremata sul letto.. fino al prossimo risveglio!

Una mamma ha la forza di lasciare i suoi due piccoli bimbi nati prematuri in ospedale, ricoverati senza di lei e vivere anzi, sopravvivere, col sorriso nonostante ogni giorno vada li, con il terrore di trovarli con qualche nuovo tubicino o di sentire qualche brutta notizia.. nonostante ogni sera li debba salutare e tornare a casa senza loro, in una casa con due cullette vuote che aspettano solo loro.. trova la forza di non mandare a quel paese tutti quelli che fanno domande, troppe domande.. trova la forza di addormentarsi, quando l’unica cosa che vorrebbe è passare anche lei nottate insonni a cullare i suoi piccoli a casa con lei e non dover trascorrere le ore che la separano dal loro prossimo incontro..

È una forza che una donna non sa di avere se prima non la prova sulla sua pelle.

È una forza che nasce dal cuore. Dall’amore che solo una mamma può avere per il suo bambino.

E non conosce stanchezza.

 

A presto

G.

 

 

 

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *